Torna alla galleria

Il Servizio Neutro di Shimano condivide la passione

Relazionarsi con i consumatori, rimanere in contatto con il mercato e soprattutto aiutare le persone a ottenere il massimo divertimento delle loro uscite in bicicletta, che stiano correndo come professionisti o realizzando il sogno di una vita di finire uno dei giri classici.

È questa l'idea che si cela dietro all'Assistenza Neutra di Shimano. Abbiamo incontrato Carola Groeneveld, coordinatrice di eventi presso Shimano Europe che per 5 anni ha coordinato l'assistenza tecnica per Shimano Benelux, e Bart Boom che, in quanto promotore del servizio tecnico di Shimano, si è occupato in prima persona di gente come te e me prima che gareggiassero al Giro delle Fiandre e all'Amstel Gold Race, per esempio.

Cos'è che fa andare avanti i rider?

"Abbiamo iniziato ad offrire il nostro Servizio Neutro per assicurarci che le persone approfittino il più possibile della loro bicicletta," afferma Carola. In effetti, questo è uno dei principali fattori che si nasconde dietro i prodotti per il ciclismo di Shimano: promuovere uno stile di vita sano e all'aria aperta. 

Il Servizio Neutro di Shimano partecipa a vari eventi sportivi e per MTB in tutta Europa, dove il ciclismo e la mountain bike scorrono nelle vene di tutti. "I rider dilettanti sono sempre molto felici quando li aiutiamo. Spesso corrono in giri piuttosto intensi e difficili come il Giro delle Fiandre e l'Amstel Gold Race. Hanno lavorato sodo per prepararsi all'evento e sono determinatissimi a tagliare il traguardo, quindi non c'è niente di peggio che rompere un raggio o un cavo a metà gara. Siamo lì per aiutare le persone a rimettersi in sella in modo che possano inseguire nuovamente il loro sogno".

Un servizio 100% no profit

Il servizio è disponibile in numerosi stand e tende ubicati in posti fissi lungo il percorso, dove ci sono anche chioschi per cibi e bevande. Il servizio è 100% no profit. "Tuttavia chiediamo ai rider dilettanti un piccolo contributo volontario," afferma Carola. "Danno un piccolo contributo come meglio credono per le parti che sono state sostituite, come i pneumatici o i cavi. Il denaro va in un grande salvadanaio, e alla fine dell'anno doniamo tutto in beneficenza".

Buona spiegazione = buona manutenzione

Col passare degli anni i componenti della bicicletta diventano sempre più tecnici, quindi è importante che le persone ricevano una buona spiegazione sui vantaggi e gli svantaggi della tecnologia. Un migliore programma di manutenzione consente di risparmiare enormi seccature in futuro. Naturalmente, più tempo i rider investono in questo servizio offerto da Shimano e meglio è. È per questo che Shimano si reca agli eventi con un giorno di anticipo rispetto a prima. "Durante un giro", racconta Carola, "tutti vogliono che ripariamo le loro biciclette il più rapidamente possibile in modo che possano rimettersi nuovamente in strada. Ma ciò non ci lascia molto tempo per spiegare le cose in modo dettagliato. Quindi ora spesso ci presentiamo al momento della registrazione, per esempio, perché in questo modo le persone hanno più tempo per visitare il nostro stand e per parlare con noi".

"Al Giro delle Fiandre ho visto passare le bici più assurde che si possano immaginare, bici che potrebbero essere state letteralmente tirate fuori da un canale di Amsterdam. A volte le guardi e pensi: 'È impossibile partecipare al giro su una roba del genere!'"

Il fascino della passione

Il fascino di questi eventi è che fanno emergere la passione e la dedizione della gente comune per il ciclismo. "Al Giro delle Fiandre ho visto passare le bici più assurde che si possano immaginare", dice Carola. "Bici che potrebbero essere state letteralmente tirate fuori da un canale di Amsterdam. A volte le guardi e pensi: 'È impossibile partecipare al giro su una roba del genere!'"

Per molte persone terminare un giro fa parte degli obiettivi della loro vita. "Non puoi immaginare le bici che abbiamo visto arrivare", afferma Bart. "Nel 2015 stavo lavorando all'Amstel Gold Race prima della partenza, e questo tizio si presentò con un vecchio rottame metallico che avrà avuto 25 o 30 anni. 'Le marce non cambiano come dovrebbero', mi disse. Non appena portai la bici nello stand di riparazione disse che 'l' anno scorso tutto funzionava perfettamente', quindi gli chiesi: 'E nel frattempo cos'hai fatto con questa bici?'. L'aveva lasciata appesa in garage tutto l'anno!"

"Questo tizio usava la sua bici una volta all'anno per partecipare dell'Amstel Gold Race in versione giro. Il resto dell'anno la sua bici coltivava muschio o ragnatele. Facciamo tutto il possibile per rimettere questi ragazzi in sella, il che talvolta significa dover essere piuttosto inventivi. Era il caso di quel tizio. Ci assicurammo che potesse rimettersi in strada e cambiare normalmente, il che fu un vero miracolo."

"Ciò che colpisce veramente è l'attaccamento emotivo di queste persone alla loro bici. Magari si tratta della bici del loro papà, o magari potrebbero averle associato altri ricordi."

Le biciclette sono oggetti emotivi. "Ho visto persone gareggiare con biciclette che erano così vecchie da avere un solo rapporto che funzionava", racconta Carola. "Ciò che colpisce veramente è l'attaccamento emotivo di queste persone alla loro bici. Magari si tratta della bici del loro papà, o magari potrebbero averle associato altri ricordi. E forse è per questo che sono ostinati a partecipare al giro con quella specifica bici anche se, probabilmente, potrebbero sceglierne una migliore." È per questo che le persone arrivano presso il Servizio Neutro di Shimano per riparare una bici che ha 25 o 30 anni. Ma per loro, ovviamente, non si tratta di una semplice bicicletta. Vale molto di più. 

Articolo correlato